PASSIONE 58 70, il mondo A112 Abarth a livello professionale: ricambi, compravendite, motori, restauri e consulenze.

Quotazioni e criteri di valutazione

Come valutare oggi una A112 Abarth?
Come operare per stabilire quale sia il corretto valore per ogni singolo esemplare?

Talvolta, chi vende chiede importi troppo elevati, convinto di avere in mano un gioiello che spesso non è affatto tale. Al contrario, chi acquista sogna di trovare l’auto perfetta, abbandonata in fondo ad un garage, ad un prezzo irrisorio. Si può provare, con tutti le cautele del caso, a dare un valore medio oggettivo, non riferito ad un particolare esemplare e slegato da gusti, passioni o antipatie per questa o quella serie o versione.

Certo è che negli ultimi cinque anni le quotazioni medie si sono elevate con decisione e  continuità, e questo è stato a più riprese riconosciuto, pur tardivamente, anche da quella che è da molti reputata la più autorevole rivista italiana del settore.

Ruoteclassiche però utilizza una sintetica e non ottimale tripartizione: 58hp, 70hp 4 marce e 70hp 5 marce.
Da qualche mese la rivista pubblica tre livelli di prezzo: per un esemplare in condizioni molto buone (A), in stato medio (B) e da restaurare (C).

Nell’aprile 2018 vengono quotate quindi, in euro:
58 HP                      A=16.500   B=11.000   C=5.500
70 HP  4 marce    A=12.000   B= 8.000   C=4.000
70 HP  5 marce    A=10.500    B=7.500    C= 3.500

A nostro parere è preferibile attribuire un valore differenziato per ciascuna serie..
In base all’esperienza diretta di compravendite reali e di osservazione del mercato, Passione 58 70 indica quindi un solo valore di riferimento, basato su un esemplare in condizioni molto buone, ma ancora perfettibile in qualche particolare:

1a serie = 20.000 euro
2a serie = 16.000 euro
3a serie = 13.000 euro (58HP)
3a serie = 12.000 euro (70HP)
4a serie = 8.000 euro
5a serie = 9.000 euro
6a serie = 8.000 euro
7a serie = 10.000 euro

Un restauro professionale, indipendentemente dalla serie, costa tra i 5.000 e i 15.000 euro, a seconda della base di partenza e del risultato che di desidera ottenere. Le nostre valutazioni considerano come GIA’ ESEGUITO un lavoro di questo genere.

 

 e quotazioni medie si riferiscono a vetture:

  • Abarth originali
  • con i documenti in regola (inclusa la revisione biennale)
  • in piena efficienza meccanica
  • con carrozzeria ed interni in ordine
  • coerenti in originalità (almeno al 90%) con la serie e l’anno di produzione
  • senza modifiche o personalizzazioni di rilievo
  • in grado di circolare in piena sicurezza senza alcun intervento significativo
  • qualitativamente omogenee nel loro complesso

Come per ogni auto classica vi sono poi condizioni che possono aumentare o diminuire (anche sensibilmente) la quotazione media.

 Un aumento della quotazione si ottiene, per esempio, con:

  • targa e documenti di prima immatricolazione
  • storia continua certa e documentata
  • condizioni di particolare originalità e conservazione (ad esclusione dei materiali consumabili)
  • documentazioni utili per partecipare a competizioni di regolarità o ad ottenere benefici fiscali e/o assicurativi
  • restauri professionali eseguiti in tempi recenti e documentabili
  • dotazioni accessorie significative (cerchi, gomme e simili)
  • particolare rarità del colore o di altre caratteristiche

Viceversa si assiste ad una diminuzione della quotazione, per esempio, in caso di:

  • necessità di lavori medi o importanti di meccanica, carrozzeria o selleria
  • targhe bianche / europee
  • colore non originale
  • non rispondenza all’originalità di componenti significative o rare
  • personalizzazioni soprattutto se non reversibili a costo zero
  • problematiche amministrative di qualsiasi genere